ARANCINI AL RAGU’

Gli arancini di riso siciliani hanno un origine controversa.
L’origine è catanese secondo i catanesi e palermitana secondo i palermitani.
L’unica cosa certa è che sono buonissimi e si trovano in tute le gastronomie, bar e panifici della mia meravigliosa isola.

La ricetta tradizionale prevede il ripieno al ragù, ma oggi ne esistono versioni al burro, al pollo, agli spinaci alle melanzane, al pistacchio di Bronte e perfino alla nutella.  A Palermo trovate l’arancina a forma tonda che ricorda appunto l’arancia.

A Catania l’arancinu (arancino) ha la forma conica che ricorda l’Etna.

Io propongo la ricetta degli “arancini co sugu” come li preparava mia mamma e a forma di cono come la “mia montagna”.

Ingredienti per circa 15 arancini:

  • 1 kg. riso;
  • 200 gr. di parmigiano grattugiato;
  • 200 gr. di provola ragusana o emmenthal;
  • 2 passate di pomodori;
  • 500 gr. di carne di manzo (non tritata ma tagliata a pezzetti);
  • 500 gr. di tritato di carne e di maiale (si può utilizzare la salsiccia senza budello);
  • 2 carote;
  • 1 cipolla bianca;
  • 1 gambo di sedano;
  • 100 gr. di piselli (freschi o surgelati);
  • olio e.v.o. q.b.
  • sale q.b.
  • 200 gr, di farina 00;
  • 3 uova per la panatura;
  • 200 gr. di pan grattato.

PREPARAZIONE:

Per iniziare bisogna preparare il ragù:

  1. Trita finemente le verdure e fai rosolare con l’olio in padella.
  2. Quando la cipolla è dorata unisci la carne e fai rosolare.
  3. Aggiungi la passata di pomodoro.
  4. A metà cottura aggiungi i piselli non cucinati (se sono surgelati semplicemente scongelati in precedenza).
  5. Fai cuocere a fiamma moderata fino a quando la carne non è ben cotta.
  6. Cucina il riso a parte, quando è cotto aggiungi il parmigiano grattugiato.
  7. Metti il riso nel palmo di una mano ed aggiungi un cucchiaio di ragù e qualche pezzo di formaggio tagliato in precedenza a cubetti.
  8. Aggiungi altro riso a coprire e dai la forma tipica a cono.
  9. A questo punto fai riposare per 4/5 ore in frigorifero, l’ideale sarebbe anche una notte.
  10. Dopo essersi raffreddati passa gli arancini uno alla volta prima in un piatto con un composto di acqua e farina.
  11. Successivamente passa gli arancini in un piatto con le uova già sbattute e poi in un piatto col pan grattato.
  12. Quindi immergi in olio caldo in una friggitrice oppure in una pentola con i bordi alti e friggi.
  13. Prendi gli arancini uno alla volta con una schiumarola e appoggiali sulla carta assorbente.

arancini 2

Buon appetito!

Pennette con Melanzane e Pistacchio
Biancomangiare